Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

CICLOPICA GIGANTI IN COLLINA

12 Giugno/ 11:00 - 20:00

12 Giugno 2022

11:00 – CANTINE ZANCHI

LE VITI HANNO LE GAMBE

COME SI DIVENTA AUTOCTONI (QUALCHE VOLTA)

Con il termine ‘autoctoni’ (dal greco, “nato della sua stessa terra”) siamo soliti definire i vitigni più antichi di ogni territorio. Tuttavia, questi vitigni, devono averne fatta molta di strada! E allora che cosa significa definire ‘autoctono’ qualcuno o qualcosa che sia – in origine – essenzialmente straniero, nato in un posto remoto e che ora si ritrova ad abitare una terra nuova, a radicarsi? Com’è possibile che quel vitigno racconti la storia del luogo meglio di chiunque altro? Un dialogo, questo, che a partire da “vitigni autoctoni” e “vini territoriali”, ci consentirà di riflettere su alcune delle questioni più attuali del nostro tempo – così da comprendere quale straordinaria galassia si condensi in un calice di vino.

L’incontro sarà accompagnato dalla degustazione di un calice di vino.

L’evento è gratuito e organizzato con la collaborazione di Cantine Zanchi

17:00 – CHIOSTRO SANT’AGOSTINO

CHI TRACCIA I SENTIERI DELL’ASSENZA?

MAPPE LETTERARIE E GEOGRAFIE SENTIMENTALI

Un incontro tra una scrittrice e uno scrittore per parlare di letteratura come un grande viaggio del ricordo, itinerari fisici o immaginari, mappe della nostalgia, luoghi in cui ritorniamo ogni volta con il ricordo, collezionando oggetti e immagini di ciò che abbiamo visto e incontrato come tanti souvenir feticci di un tempo inesorabilmente perduto. Chi traccia, dunque, i sentieri dell’assenza?

Evento gratutito

18:00 – CHIOSTRO SANT’AGOSTINO

PREMIAZIONE VI EDIZIONE PREMIO CREATIVO “ANDREA MARIA FRASSANITO”

18:30 – CHIOSTRO SANT’AGOSTINO

«NOI NON APPARTENIAMO A NOI STESSI»

SENTIERI DELL’IO TRA LETTERATURA, FILOSOFIA E PSICOANALISI

Da fondamento della verità e della conoscenza a proiezione fittizia della vita; da forma certa della conoscenza a luogo di traumi e pulsioni, l’io ha svolto per secoli un ruolo apparentemente privilegiato, per poi divenire – come scriveva Gadda ne La cognizione del dolore – «il più lurido di tutti i pronomi». Che cosa è accaduto di così sconvolgente in questo itinerario dell’io? Quali sentieri ha percorso e quali sta percorrendo? Un dialogo a margine tra letteratura, filosofia e psicoanalisi.

 

Evento gratutito

Dettagli

Data:
12 Giugno
Ora:
11:00 - 20:00
Sito web:
https://www.ameliaciclopica.it

Luogo

Chiostro Sant’Agostino

Organizzatore

Ciclopica
Visualizza il sito dell'Organizzatore